Camminata delle Vale

Le Vale – Fedài – Póit – Ìneri – Caltene

Alto Primiero

gian • 22/10/2019

Dettagli

Sport
Escursione
Voto
Difficoltà
Turistica
Durata
01:30 ore
Lunghezza
4.7 km
Vertigini
Nessuno
Altitudine min.
Altitudine max.
Dislivello +
165 m
Dislivello -
165 m
Parcheggio auto
Vedi su Gmaps
Terreno
  • 60%
  • 40%
  •  Bosco
  •  Prato
Stagione
  • jan
  • feb
  • mar
  • apr
  • may
  • jun
  • jul
  • aug
  • sep
  • oct
  • nov
  • dec
Sentieri

Descrizione

Magnifica camminata di media quota adatta a tutti che attraversa un ambiente di prati e pascoli rigogliosi, con scorci di panorama sia sulle Pale di San Martino, viste da un angolo piuttosto inedito e decentrato, che sulle Vette Feltrine. La camminata passa per luoghi tutt’altro che frequentati, sulla costa a SE rispetto all’abitato di Transacqua, sui pendii del Monte Padella, consentendo di immergersi nella bellezza dei luoghi caratteristici accompagnati dal più assoluto silenzio. 

La passeggiata comincia dall’Agritur Le Vale (1.125 m slm), posta a pochi chilometri dall’abitato di Transacqua nei verdissimi prati di Sicona, proseguendo lungo la strada asfaltata che taglia la costa in direzione O verso la località di San Giovanni (Mezzano). Questo tratto iniziale, totalmente pianeggiante, attraversa inizialmente il terreno paludoso della sorgente del Rich Maór, per poi aprire la visuale consentendo di apprezzare la corona della Pale di San Martino sulla propria destra. Prima di immettersi nella strada che da Mezzano porta ai prati di San Giovanni con la loro caratteristica chiesetta, il percorso passa per la località di Fedài, caratteristica per i pozzi “a basculante”, che si raggiunge dopo circa 15 minuti di cammino.

Una volta raggiunta la strada per San Giovanni, si sale per qualche centinaio di metri fino alla località Póit (1.183 m slm). Da qui, il percorso non gira verso la località di San Giovanni (sulla destra), ma continua risalendo sempre lungo la strada asfaltata verso Ìneri (Sentiero No. 726), attraversando altri prati con masi caratteristici e aprendo il panorama sulla catena delle Vette Feltrine e sulle località dei Fonteghi e Valpiana sul lato opposto della Val Noana. Il fondo stradale di asfalto grezzo si tramuta in ghiaia poco prima di giungere a Ìneri.

Da Ìneri si abbandona la strada bianca; a sinistra, poco prima che il sentiero si inoltri nel bosco in discesa portando al guado sul Torrente Noàna, si imbocca un sentiero poco visibile ma quasi obbligato che sale interamente nel bosco verso una piccola sella che, una volta attraversata, porterà sui bei prati della località di Caltene.

Da Caltene, dopo aver camminato per una decina di minuti seguendo la strada che attraversa i prati e dopo aver voltato a destra al bivio con la Strada Forestale Giasinozza (Sentiero No. 729), si giunge al capitello di Sant’Antonio (Santo patrono di Transacqua), dove si prosegue in discesa il rientro verso Le Vale, lungo la strada asfaltata di accesso al Rifugio Caltena, attraversando i prati di Sicona.

Sentieri

  • Dall’Agritur Le Vale (1.125 m slm), seguire la strada asfaltata che taglia la costa verso San Giovanni, passando per i prati della località Fedài [0h 15],
  • Da Fedài, al bivio con la strada asfaltata che da Mezzano va a San Giovanni, andare in direzione San Giovanni, in salita, fino a Póit [0h 25],
  • Da Póit (1.183 m slm), seguire la strada asfaltata segnata come Sentiero No. 726 fino ai prati della località Ìneri [0h 40],
  • Da Ìneri, svoltare a sinistra nel bosco e scavalcare la piccola sella fino alla località Caltene [0h 55],
  • Da Caltene, scendere lungo la strada di accesso al Rifugio Caltena fino alla località Le Vale [1h 30]. ✓